Conservatorio
t

-

Presentazione e Storia

Presentazione

Questo sito web raccoglie molte delle significative e molteplici attività svolte dai docenti e dagli studenti del Puccini e ne testimonia direttamente la vivacità, la qualità e la varietà. Le produzioni del Conservatorio, che scaturiscono sempre dall'attività didattica, sono davvero numerose ed importanti e vanno indubbiamente ad arricchire la vita culturale della città, della regione e non solo. Quest' anno il Conservatorio, dal punto di vista didattico, punta a mettere in atto concretamente l'attivazione di un percorso verticale, a partire dalle scuole di musica private, le SMIM e i Licei Musicali, che possa condurre gli studenti, attraverso i corsi AFAM, sino al contatto con il mondo della lavoro e della propria professione, con grande attenzione alla internazionalizzazione del nostro Istituto (rapporti con Università americane, cinesi, russe, turche, tedesche e europee in genere, attraverso l'Erasmus o convenzioni specifiche). Con questi obiettivi e finalità si sono mossi gli organi di gestione didattica del Puccini e si è quindi delineata l'attività di questo Anno Accademico che penso sia importante riepilogare brevemente, con le sue novità e non. In primis, mi piace citare la fitta e rilevante collaborazione con la Società dei Concerti, che ha dato ai nostri studenti una visibilità e delle opportunità professionali assolutamente rilevanti. In particolare, penso alla formazione di gruppi cameristici costituiti in parte da nostri studenti ed in parte da musicisti professionisti già affermati, alla collaborazione con il Teatro Carlo Felice, alla partecipazione a vari eventi promossi dalle istituzioni della città di La Spezia. Mi piace sottolineare, inoltre, la pubblicazione di due cd ad opera di nostri studenti e docenti, i tradizionali saggi di studio e poi i Concerti di docenti e studenti (nella sede di via XX Settembre, Sala Dante e in varie locations anche fuori regione e per varie scuole di ogni ordine e grado), Conferenze, Produzioni (Suor Angelica, Requiem e Sinfonia Concertante di Mozart, concerti con la nostre orchestre jazz e classica) e la partecipazione all'Expo di Milano del prossimo settembre di due nostre formazioni cameristiche di studenti ed un terzo gruppo jazz in collaborazione con il Conservatorio Paganini di Genova. Infine, desidero ringraziare tutto lo staff del "Puccini", il Presidente Dott. Ferrari, il Vicedirettore M.o Luti, il Consiglio Accademico, i Dipartimenti, i docenti tutti, gli studenti, il Dott.Rovinalti, le segreterie didattiche e amministrative e tutto il personale coadiutore che tengono viva la nostra istituzione e permettono la realizzazione di tutto quanto troviate in questa brochure. Non mi resta che auspicare una folta partecipazione alle nostre iniziative e di augurare a tutti coloro che interverranno un buon ascolto. Il Direttore Federico Rovini.

 

STORIA

Il Conservatorio della Spezia è nato nel 1979, come sezione staccata del conservatorio “Paganini” di Genova. Fu il compianto M° Mario Fiorentini ad adoperarsi perché ciò fosse possibile, e a divenire così il primo “Fiduciario” dell'istituzione. Il Conservatorio ha ottenuto l'autonomia nel 1992, sotto la direzione di Tina Zucchellini, ed è stato successivamente intitolato a Giacomo Puccini, il grande operista che visse e operò non lontano dalla Spezia (Torre del Lago Puccini è a mezz'ora di automobile da qui), e al quale colpevolmente non era ancora dedicato nessun Conservatorio statale. La sede del Conservatorio è Villa Marmori, una importante palazzina situata nei terreni che furono di Virginia Oldoini, Contessa di Castiglione. Opera dell'Architetto Franco Oliva, è considerata forse il più importante esempio di Stile liberty alla Spezia.

Il Conservatorio della Spezia, negli anni, ha scelto uno sviluppo numerico moderato, e grazie a ciò è riuscito a non subire nessuna crisi nel livello delle domande di ammissione, sempre ampiamente superiori ai posti disponibili, anche dopo la messa a ordinamento dei Trienni di I livello, e del conseguente stop alle immatricolazioni nel previgente Ordinamento. Nel corso degli anni, gli studenti hanno brillantemente vinto concorsi solistici (ricordiamo per tutti il pianista Maurizio Baglini) e intrapreso importanti carriere, soprattutto, come è naturale, nei Cori e nelle Orchestre degli Enti Lirici e delle Istituzioni Sinfoniche.

Il Conservatorio serve un'area ben più grande dello spezzino: gli allievi provengono da tutto il Levante ligure, dalla Lunigiana e da tutto il Nord della Toscana, ma anche dalla Maremma. In aumento netto il numero di studenti stranieri, soprattutto asiatici. Gli accordi Erasmus con istituti di Turchia, Portogallo e Danimarca, e importanti accordi bilaterali con Università e Conservatori di Russia e USA hanno negli ultimi anni comportato un interscambio di allievi e docenti che ha reso il Conservatorio Puccini una realtà consapevole e partecipe del mondo della formazione musicale internazionale. Importanti anche i rapporti con la Germania: il Conservatorio è protagonista del gemellaggio tra La Spezia e la città di Bayreuth, sede del Festival wagneriano, e ha stretto recentemente un accordo di partnership con l’Accademia Rubinstein di Duesseldorf.

Nel 2008 è stato eletto alla direzione il M° Giuseppe Bruno, cui dall'anno accademico 2014/15 è stato eletto il M° Federico Rovini. Il Presidente è l'Avv. Carmelo Maurizio Sergi.

Nella loro gestione, e grazie alla presenza di docenti che sono anche importanti professionisti della musica, è stata incrementata l'attività artistica, e intrapresa una regolare opera di registrazioni discografiche di docenti e soprattutto allievi: da ricordare in particolare la brillante Jazz Band, denominata LSJO (La Spezia Jazz Orchestra).